If you want to translate:

Translate Italian to English Translate Italian to German Translate Italian to French

sabato 24 marzo 2007

Tutto ebbe inizio ...

Che potessi essere un predestinato dell'orienteering sarebbe, forse, esagerato, ma che abbia vissuto per più di vent'anni in mezzo a tre cartine è un dato di fatto! ebbene: nonostante ciò, il mio avvicinamento a questo sport non è stato poi così scontato.
Iniziai a sentirne parlare al tempo del liceo (anno '82), dal mio compagno di banco; ricordo che aveva un nome importante (il "pablito" mondiale di calcio) ed ogni lunedì mi raccontava delle sue sfide con i nostri pari età. Mi rimase impresso anche il nome del suo avversario più acerrimo, tale Lorenzo C. (figlio di un'ex presidente FISO) che ebbi l'onore di conoscere anni dopo.
Lasciato il tempo del liceo ed impegnato nella "solita" squadretta di calcio del paese, risentii parlare di lanterne in quel di Bedolpian al tempo del campionato italiano. Ma fu per una coppa Italia al Laghestel che ebbi il colpo di "fulmine"! infatti lì conobbi la famiglia Rampado e, complice una cugina di Elena (almeno così ci disse), rimasi coinvolto mentalmente nel mondo delle bussole e curve di livello.
Purtroppo, forse a causa dell'impegno calcistico, non m'impegnai a cercare la società che m'introducesse in questo mondo e lasciai perdere questo desiderio.
La svolta venne nel 1989, un sabato pomeriggio passai dalle parti dello stadio del ghiaccio di Miola di Pinè e notai dei ragazzini che stavano correndo in mezzo ai prati con le cartine in mano. Fu lì che conobbi Walter D., trascinatore del ramo orienteering del G.S. Costalta, il quale mi spiegò in un'attimo tutto ciò che c'era da sapere quando si prendeva una cartina in mano. Da buon marpione, non mi lasciò molto tempo per riflettere e m'iscrisse il giorno successivo ad una gara esordienti in quel di Fiera di Primiero.
L'esordio avvenne nel marzo del 1989 in una semitappa mattutina di paese.... secondo classificato! replica pomeridiana: stesso risultato di tappa e di classifica finale.
Da buon coach, Walter, ebbe la brillante idea d'iscrivermi in categoria la domenica successiva: Bosco di Tretto! chi ci ha corso sa che non è come il parco di Monza....
La domenica mattina non sapevo cha avrei fatto una gara che non avrei dimenticato per sempre!
Memore della facilità con cui avevo corso nella trasferta primierotta, prenotai il pranzo in un ristorante della zona e mi avviai alla partenza con qualche ora di sonno arretrato (all'epoca andavo ancora in discoteca il sabato sera...). Non feci molto caso alla dicitura: " H21-34 - lunghezza 8000 dislivello 400 (o giù di lì)"......
Pronti, via, fino alla quinta lanterna riuscii a stare nella norma, arrivai alla sei senza cartellino! carico del mio entusiasmo da principiante, ritornai sui miei passi, e lo trovai impigliato su un cespuglio. Continuai, corsi, sbagliai, fino a ... mezzogiorno! ebbene, finii la benzina e ricorderò sempre la scena: chiesetta, prato molto scosceso in fondo al quale c'è la lanterna! Pensai: "se scendo lì non riesco più a tornare su!". Iniziò una crisi di fame, decisi di prendere la strada asfaltata e tornare all'arrivo, sognavo quel pranzo che prenotai il mattino anche se in quel momento ero dall'altra parte della carta. All'improvviso sopraggiunse una vettura, la fermai e chiesi se mi potesse accompagnare al ritrovo.
Andai al mio tavolo e m'ingozzai con tutto ciò che ci potesse stare .... sarà passata un'ora da quando avevo abbandonato la corsa! Ma qui successe la pazzia: chiesi di riportarmi alla chiesetta e continuare! ebbene sì, continuai, ricordo che giù in un vallone mi veniva da vomitare il pranzo, che delle ragazze del mio team mi vennero a cercare, ma alla fine conclusi quella gara durante le premiazioni..... il tempo 4h 45' contro le 3h 30' di Walter e l' ora e 45' del vincitore (Janos). Mi premiarono con una bottiglia di vino ma dopo quella gara nessun'altra esperienza mi avrebbe fatto più paura.
TO BE CONTINUED.....

3 commenti:

stefano ha detto...

Riguardo a questo pezzo: alla prima occasione mi ricordi che ti devo chiedere una cosa? Se hai capito quale, attendo risposta...

ale ha detto...

se non hai capito bussa pure da me che so a cosa si riferisce

Rusky ha detto...

Ho capito: ti servono gli originali delle classifiche di Monte Livata 1988 oppure l'allenamento di bedolpian è tracciato talmente bene che non devo sostenere esami ..... --)