If you want to translate:

Translate Italian to English Translate Italian to German Translate Italian to French

domenica 13 maggio 2007

San Donato Milanese

Domenica senza corsa ma non priva d'impegni orientistici. La mia società era impegnata nell'organizzazione delle due manifestazioni nell'hinterland milanese; il mattino si svolgeva il centro storico nazionale, il pomeriggio una gara di Coppa Italia di trail -o.
Mary, che corre, è impegnata in partenza, mentre io sono assieme a Stephen, Luca C., Angelo B., Paola F., sono coinvolto ad organizzare l'arrivo. Dopo aver montato il gazebo, tavolino, cronometro, stenditoio per il recupero carte, aspetto l'arrivo dei concorrenti. Una volta tanto, vedo in faccia molti miei avversari, tutti sudatissimi e mai completamente felici; ognuno ammette di aver fatto errori, forse per il caldo, forse per aver tirato troppo. Gli oltre 160 partecipanti arrivano tutti entro mezzogiorno e la gara sembrava finita..... peccato che, complice un "baco" del computer di giuria, alle 13.15 arrivi una ragazza WB che, disorientata, cerca insistentemente le lanterne già rincasate.
Mary se la cava in un'oretta, abbastanza soddisfatta per non aver fatto grossi errori, ma conscia che il tempo impiegato ad orientarsi in sicurezza è ancora troppo rispetto alle migliori.
Dopo le premiazioni, mi calo nei panni dell'orientista per affrontare il percorso trail-o; ho già fatto un paio di gare l'anno scorso e non mi sono piaciute in quanto le ho definite l'orientamento d'imprecisione! infatti questa variante dell'orienteering mi piace, ma l'incapacità di rendere inopinabile la scelta della lanterna giusta, rovina sempre la sensazione di divertimento.
Questa volta decido di fare la gara con Mary per spiegarle il funzionamento e di fotografare ogni grappolo di lanterne.
La partenza prevede la prima lanterna a tempo; ci viene spiegato quanto dovremmo sapere già prima di partire. Seduto al tavolino osservo per qualche secondo la base del tralicio e ..... voilà! si parte, rapida occhiata alla carta ed alla descrizione e decido lanterna D, tempo: 4"47; se non ricordo male quella giusta era la lanterna ad est. (la foto è scattata da sud). C'incamminiamo lungo il tratteggio ed incontriamo un punzone in mezzo ad una siepe con cartello "punto d'osservazione"; dico a Mary che probabilmente era il punto di partenza previsto ma poi, per qualche motivo, si era pensato di spostare il punto di osservazione. Non ci facciamo più caso ed andiamo al secondo punto; ci sono 3 lanterne, una vicino all'albero isolato le altre due al termine della siepe; il punto da trovare è quello fra la siepe e l'albero isolato. Osservando la foto 2 (fatta da nord) si comprende che l'unica possibile è la B. Una delle cose che odio è la punzonatura manuale in quanto penso di timbrare la B e trovo i buchi a cavallo tra il quadrato A e B!
La prossima tappa ci porta a bordo di un prato e le tre lanterne posate al bordo dello stesso non sembrano nascondere insidie. La descrizione indica la parte interna dell'angolo di erba e l'unico punto possibile è quello A.
La quarta scelta è davvero tosta: tre lanterne attorno a dei sassi, lanterna a nord-est... sembra facile: la A! non mi convince, ricontrollo e .... caspita il gruppo di sassi non è quello giusto! è quello accanto.... risposta Z, ma davvero un bello scherzo mi stava facendo il buon Remo....
Andando verso la cinque, trovo Stegal che sta parlando con Di Stefano e gli sta spiegando che la lanterna 1 era quella del punzone nella siepe.... ma come? quello era il punto uno? ma non era mica quello a tempo? ma come si fa a pretendere che un neofita capisca, oltre a quale lanterna scegliere anche le stranezze del trail -o? Gianluca torna al punto saltato mentre la sua famiglia lo aspetta, non molto felice, sulla panchina... io dico a Mary che ci passerò prima di fare la 11. Mentre la compagnia si scioglie, ci concentriamo sull'avvallamento che contiene quattro lanterne; ho qualche dubbio sulla C, ma controllando meglio preferisco dare la preferenza alla D.
Un pò infastiditi dalla notizia ricevuta, ci avviamo alla sesta punzonatura. Arriviamo in una piazza dove c'è un muretto con tre lanterne sopra; vedo lato sud e scelgo la A guardando il sole (non ho portato la bussola e qui Piero mi prenderà in giro....); poi osservando la posizione del palazzo di fronte, mi accorgo che il sud non può essere in quell'angolo; chiedo a Stegal, che si sta allontanando, dove sia esattamente il nord e ciò mi conferma che la risposta sia la Z.
Successiva scelta è quella di una lanterna sopra il naso, delle quattro in fila, l'unica possibile sembra la lettera A; le altre sono tutte nella parte bassa del bosco.
Le lanterne 8-9 sono le stesse viste da 2 posizioni diverse: da sud-est e sud-ovest; la lanterna da individuare è sempre la stessa ma cambia la posizione del lato visivo.
Dal lato lontano si riesce a notare che la lanterna giusta è quella davanti all'albero, quindi la C.
Dal lato corto, la stessa lanterna, è visibile come lettera B ma la curiosità è vedere come scompare la quarta lanterna dietro l'albero.
Se fino a qui le cose sembravano funzionare bene, il punto 10 è uno di quelli che io chiamo.... opinabili.
Infatti, non capisco come si possa percepire se la lanterna A o B (o eventualmente Z) sia quella esatta da quella distanza e in quella posizione! la descrizione dice lato sud-ovest del bianco.
A primo acchito la lettera A sembra quella giusta, poi osservando la porta d'entrata a sinistra potrebbe essere che quel punto sia davanti al bivio dei sentieri; la lanterna B è davanti ai due cespugli (potrebbero essere le macchie verdi) in corrispondenza della fine del bianco.... ma sarà a sud-ovest? mah, vado qualche metro a ritroso, allineo le due porte del campo da calcio (le 2 X nere) e noto che la lanterna B è l'unica sulla direttrice. Scelgo la B, ma non mi è piaciuta la posizione di questo grappolo.
Prima di andare al punto 11, faccio un salto al punto 1, ma ormai tutto è stato asportato.... ragiono un pò e capisco che il punto a sud era la lettera A.
Punto undici, visto da nord-ovest, presenta tre lanterne poste al lato nord ed ovest della pianta; la descrizione dice parte sud.... quindi Z!
Si prosegue in mezzo ai campi da tennis ed osservando le tre lanterne poste al grappolo 12, non sembrano soddisfare la descrizione del punto; fra il primo e secondo tendone non vedo lanterne anche perchè il punto è nascosto da un motore. Scelgo la risposta Z.
Il punto 13 si trova sul retro del campo da tennis e dal punto di osservazione si capisce subito che il punto C è quello esatto!
Si torna al grappolo 11, diventato ora il 14; ci sono le tre lanterne di prima più una quarta in prima linea che non c'entra nulla. Osservando da lontano sembra che l'unica lanterna ad est della pianta sia la B, ma sarà veramente a est? purtroppo i grappoli così lontani non fanno percepire la profondità e quindi diventa difficile capire la reale ubicazione dei punti rispetto agli oggetti!
Andiamo al punto finale (non ho messo la foto perchè ci sarebbe voluto il grand'angolo, tale era la distanza fra i 3 punti....) e sembra chiaro che l'unica scelta possibile sia la B.
Ci avviamo all'arrivo, ma manca la seconda a tempo.
Vengo condotto dietro un tendone e appena apro gli occhi conto quattro lanterne allineate di fronte a me!
Alessandro M. gira la cartina e parte il tempo.... osservo la descrizione e vedo parte nord-ovest... ma di che cosa? un'oggetto particolare, ma quale? non riesco a farmi entrare in testa che quel groviglio di biciclette faccia parte della cartina! chiedo al cronometrista perchè abbiano costruito quella cosa obrobriosa, ma mi risponde che è una cosa fissa! sono talmente sorpreso ed innervosito che rinuncio a dare la risposta, poi, dopo l'incoraggiamento di Mary rispondo subito che è la D ma non m'importa granchè.
Quella scena mi ha messo una tale amarezza che rimango senza entusiasmo, passo dalla segreteria senza controllare se le mie punzonature siano esatte e me ne vado con Mary, un pò sorpresa dall'esito della gara....
Non so cosa sia scattato in me, ma è stato come una storia finita male.
Sinceramente è stata la migliore delle trail-o a cui ho partecipato, peccato che qualche grappolo ed il punto uno (sinceramente non ho proprio capito che si doveva fare 2 volte) abbiano un pò rovinato il buon esito del tracciato.
Vorrà dire che, a luglio, mi rifarò a Lacanau dove ci saranno gli Europei di questa disciplina.

7 commenti:

stefano ha detto...

Riguardo alla mia gara ti posso dire che:
1) il punto 14 l'ho sbagliato in quanto, quando sono passato da lì, la quarta lanterna semplicemente non si vedeva... qualcuno ci aveva appoggiato sopra una felpa o qualcosa del genere. Comunque colpa mia che avrei dovuto leggere sulla mappa che le lanterne erano A-D e non A-C
2) il punto "groviglio di biciclette" ha lasciato sorpreso anche me. Per me un qualunque oggetto particolare ha dei confini per netti... quelle biciclette, boh?!?!
Comunque bravi ai tracciatori, alla fine complice la giornata del sabato e la gara di domenica mattina è stata una vera prova di resistenza.

Rusky ha detto...

Del trail-o farò un post a parte... della mia classifica (che ho visto in serata) mi mancano le 2 punzonature "riviste"... quella dove ti ho chiesto il nord e quella "cattiva" dei 50 metri di distanza... ma tanto non ci sono circuiti da fare! come ripeto le considerazioni le farò prossimamente.

remox ha detto...

ciao marco, grazie delle impressioni (e del servizio fotografico, che volevo dare e non avevo tempo)
azz pensavo di avere fatto un percorso più equo e senza ambiguità possibile, ma non si finisce mai di far errori;
- la prima: da descrizione punti è chiaro che una lanterna del percorso; ho chiesto ai ragazzi in partenza pure di aiutare i concorrenti dicendo che il primo punto di osservazione era appena li avanti. purtroppo ho dimenticato in carta la colonna 'punto di vista' che sarebbe servita. mea culpa
- la 10 per me era chiara; si vedeva da sinistra tronco albero isolato(cerchio verde), tronchi dei due alberi (boschetto bianco), cespuglio(puntoverde)
- punto a tempo finale: mi dispiace; pensavo fosse una cosa divertente; invece devo imparare che la gra è una cosa delicata e non tutti hanno la stessa mia visione del mondo e sensibilità per le cose(ad esempio grilli ha riso divertitissimo, tu ti sei incazzato) e questo esperimento era da evitare
rem

Ps riguardo le tue punzonature: quella a cavallo è chiaramente buona; ce ne sono due doppie con cancellatura a penna che non potevano valere; peccato, sarebbe stato un percorso netto il tuo

Rusky ha detto...

Innanzitutto grazie del commento; non ti preoccupare per il mio punto di vista perchè è uno dei 21 che hanno partecipato. Mi sono comunque divertito ed essendo solo alla terza prova mi manca un pò di malizia e pazienza. Infatti, la prendo più come una passeggiata che come una gara vera e propria. Nei punti doppi ho agito prima d'istinto e poi ragionando un pò meglio. Quando scriverò il post completo sul trail-o darò altri pareri personali dai quali, magari, potrai trarre ulteriori spunti. Per quanto riguarda le biciclette.... non so come giudicarle.... mi sembravano quegli ammassi di ferro vecchio abbandonati ai bordi delle strade o nelle discariche abusive, quindi anzichè concentrarmi sulle lanterne mi sono "inconsciamente" alterato a pensare chi avesse lasciato quel rottame lì in mezzo.
Prima o poi riuscirò a fare una gara come si deve....

remox ha detto...

peggioro la situazione se ti dico che l'ammasso l'ho creato io apposta? gli svizzeri hanno messo il trattore, io il groviglio di bici
:-)

Anche io mi sono divertito, ma che fatica! ha detto...

Dilettanti! Al TMO di Aurigeno l'oggetto particolare era la carcassa di un'automobile! Il che, conoscendo gli svizzeri, mi fa pensare:
quando la carcassa viene rimossa, mettono lì qualcosa per mantenere fedele la cartina?
oppure mandano subito il big dei big Fausto Tettamanti ad aggiornare il rilievo?

Rusky ha detto...

All'inizio ho chiesto ad Alessandro chi avesse lasciato la bici in mezzo al prato a fare confusione.... poi, quando mi ha detto che era l'oggetto particolare.... non ho creduto al fatto che fosse stato fatto apposta per via della cartina appena rilevata...