If you want to translate:

Translate Italian to English Translate Italian to German Translate Italian to French

giovedì 14 giugno 2007

World cup - Lapua (FL)

Ho seguito la prova sprint di coppa del mondo in Finlandia sul web; mi piace molto vedere il livello mediatico che ha questo sport a quelle latitudini. Chissà se riuscirò mai a vedere in Italia quello che accade attorno agli eventi orientistici del nord Europa....
Una cosa ha attirato la mia attenzione: ci sono 5 francesi nella finale A e nessun italiano. Lasciando perdere il fenomeno Thierry, è il livello medio degli altri 4 che mi stupisce! nemmeno la Svizzera, nazione che consideravo superiore, è riuscita a fare meglio.
Ho sempre pensato, frequentando qualche gara francese, che il livello medio orientistico d'oltralpe fosse pari o addirittura inferiore a quello italiano.
Ad inizio luglio farò la 5 giorni di Francia e mi renderò conto personalmente se tale livello è cambiato.
La mia domanda è dunque: come ha fatto la Federazione francese a produrre questi campioni? in Italia è possibile arrivare a tale livello? dopo la chiusura delle Fiamme gialle avremo ancora dei Tavernaro?
Ho visto che la FISO stà cercando, attraverso i propri allenatori, di far crescere i migliori talenti. La mia paura è che, non potendo vivere di solo orienteering, questi ragazzi dovranno cercarsi un lavoro e questo porterà inevitabilmente ad un peggioramento delle prestazioni.
Probabilmente l'avvento di sponsor o l'appartenere ad un gruppo sportivo militare avrebbe dato la possibilità di dedicarsi al 100%; ho letto che il montepremi per la sprint era di 5000 euro.
La realtà è che, forse, in Italia i numeri sono davvero troppo piccoli per poter pensare in grande; ma in Francia? e davvero così diversa la situazione? oppure devo considerare questi ragazzi come un manipolo di superuomini emersi dal deserto orientistico?
Tanti interrogativi, magari superflui, ma che hanno una sola risposta: Francia -Italia 5-0!

Nessun commento: