If you want to translate:

Translate Italian to English Translate Italian to German Translate Italian to French

sabato 1 settembre 2007

Trofeo delle Regioni -staffetta

Wow.... è andata bene, non per il risultato ma per la mia caviglia. Eh sì, fino a giovedì sera di fare la staffetta e la gara del trofeo delle regioni proprio non c'era speranza. Caviglia ancora gonfia, dolore ai tendini, il programma del week end prevedeva una due giorni da spettatore con eventuale passeggiata con Mary nella sua staffetta.
Solo venerdì, durante il viaggio a Marileva, iniziavo a camminare e le sensazioni non erano certo eccellenti; sabato mattina, salto in farmacia ed acquisto di una cavigliera speciale....
L'idea era quella di provare a camminare/corricchiare per vedere come reagivano le mie caviglie (anche l'altra era infortunata ma in maniera minore), in vista del fine settimana laziale.
Parlo con Luca B., mio compagno di staffetta, chiarisco il mio malessere e lui è ben felice che io non sia al massimo per ovvie pressioni agonistiche. Rivedo Marco C., sempre in forma e sempre a dire che è scoppiato.

La lista dei partenti è impietosa, ci sono davvero grandi avversari: Anuchkin, Corradini, Feehan, Grilli, Carbone, Arduini, Loss e Zarfatti sono loro che mi accompagneranno nel lancio. Non mi faccio coinvolgere dal lato agonistico, sono lì solo per far presenza; scambio qualche battuta con Corrado in zona start ed è ora di partire.
Al via lascio passare coloro che hanno fretta, i treni, si sa, bisogna penderli al volo. La strada asfaltata mi agevola nel partire e subito il 90% dei partenti si butta nel bosco. Io opto per una scelta su strada asfaltata e davanti a me solo Corradini ed Arduini.....
Ad un certo punto sento che posso accelerare, supero Lombardia 1 e mi accodo al Trentino; salendo sul prato vedo che non faccio grossa fatica a tenere lì il campione trentino.
Punzono per secondo, vedo sopraggiungere da un sentiero laterale il trenone condotto da Feehan; la corsa nel bosco diventa difficile, il sottofondo non è liscio, rami e sassi si susseguono ininterrottamente.
Lascio sfilare i miei avversari lentamente, concentrato tra la cartina e dove appoggio i piedi; faccio fatica a frenare l'istinto di mettermi a ruota...
Non ho problemi alla 2 ed alla 3 dove vedo Grilli davanti a me. Il punto quattro in condizioni normali lo avrei attaccato diversamente; oggi opto per una scelta dritta ma rischiosa: arrivo fino alla lanterna 7, vado in costa cercando di alzarmi ancora qualche metro..... arrivo nella zona vallonata con Loss nei paraggi. Purtroppo non vedo il telo bianco-arancione in quanto e piegato, comincio a scendere per un avvallamento e vedo una lanterna a cui sta arrivando il treno condotto da Oleg. Purtroppo è la sei..... torno di nuovo in alto e dopo un pò di tempo riesco finalmente a vedere il control. Penso che se ne siano andati minimo 5 minuti.
Il piede, molto stretto, mi fa un pò male, ma riesco a muovermi con disinvoltura. Continuo tranquillo la mia gara da solo fra terreni lenti, giallo grezzo, sentierini appena visibili.... la carta mi ricorda Ziano di Fiemme e la parte finale di Val Vigezzo (domenica).
Dopo l'errore entro definitivamente in carta e non ho più grossi problemi se non al punto spettacolo, dove ci sarebbe un percorso obbligato, ma ognuno gira come vuolr.
Sulla rampa finale vedo la sagoma di Zarfatti che mi tiene a distanza per tutto il tratto conclusivo.

Arrivo abbastanza contento, era una gara a cui non dovevo nemmeno partecipare ed invece sono riuscito a dare il cambio a Luca con un tempo decente e nemmeno troppo lontano da quelli alla mia portata.
Mi metto ad aspettare Mary, tornata per l'occasione a fare coppia con Piero; quest'anno non so se la rivedrò ancora con la tuta d'orienteering....
Domani proverò a testare il piede su una distanza maggiore anche se l'ora odierna non è stata proprio una passeggiata.

4 commenti:

webmaster ha detto...

Confermo che non sono ancora in forma. Ho ricominciato ad allenarmi a fine luglio. In un mese non ci si mette in forma ma comincia a tremare ugualmente...

rusky ha detto...

Intanto al trofeo delle regioni non c'eri... a difendere la tua regione! comunque hai fatto bene perchè rischiavi....le gambe

Anonimo ha detto...

guarda che c'ero al tdr.

Ed oggi sono distrutto!
Comunque stavo guardando gli split e devo dire che oleg va fortissimo sulle tratte lunghe.
Pensavo di essere andato peggio, comunque...

M.

rusky ha detto...

Pensavo fosse il cinese... ma tu sei il solito pirla che parla...parla... ma poi corri!