If you want to translate:

Translate Italian to English Translate Italian to German Translate Italian to French

domenica 28 ottobre 2007

Locarno

Non avendo più nulla da chiedere al trofeo Lombardia ed avendo già corso a Borgo Ticino, abbiamo deciso di trascorrere una domenica nella cittadina svizzera di Locarno, dov'era di scena la tredicesima ed ultima prova del TMO; nulla di paragonabile rispetto alle precedenti gare, ma una doppia sprint da disputarsi nel centro balneare.
Il cambio d'orario ci permette di partire tranquilli e rilassati, il tempo è buono e la temperatura tenue; il parcheggio non è proprio vicino e quindi arriviamo non troppo in anticipo rispetto allo start. Accertata la "bidonata" di Stegal, che dovrebbe partecipare al TMO per l'AGET come master, ma ormai viene considerato solo come giornalista, la presenza italiana viene nutrita dalla presenza del Cus Parma, capitanato da Visioli, che s'imporrà nella meno nobile delle HA.
La prima partenza, poco distante, m'introduce nel primo parchetto cittadino; dopo aver trovato agevolmente la prima lanterna, sbaglio angolazione per la seconda (scriverò un post su quante gare ho rovinato quest'anno alla seconda lanterna...) e mi trovo in zona cinque... memorizzo il punto e corro verso la due; da lì in poi entro in carta ed inizio a macinare buoni intertempi.
Dopo i cinque punti del primo parco, c'è un trasferimento al secondo parco dov'è tracciata la parte finale della prima manche; tutto prosegue bene e chiudo in crescendo; aspetto per qualche minuto l'arrivo di Checco G. (partito 3 minuti dopo) ma non lo vedo arrivare nemmeno 10 minuti dopo.
Pensieroso, vado verso la seconda partenza, l'organizzazione è buona ed appena arrivo allo start posso partire subito; mi si spezza il porta descrizione punti e quindi decido di correre senza. Il cambio di carta e tipologia di terreno mi mette in leggera difficoltà, dai sentierini del parco ai vicoli del centro storico; ancora una volta trovo bene la prima lanterna, ma la sua collocazione mi fa tornare in mente il centro storico di Lugano, dove vi erano dei punti posati all'interno di porticati chiusi da porte....
Vado verso la due, siccome devo piegare la carta in modo diverso, memorizzo primo porticato a destra dopo la piazza di destra: destino vuole che, durante la manovra di piegatura della mappa, con la coda dell'occhio vedo una porta aperta ed all'interno un portico con giardino molto simile a quello che dovrei trovare io; entro, cerco per qualche secondo, finisco in uno sgabuzzino e capisco di aver sbagliato entrata! esco e proseguo in maniera corretta, ma penso di aver perso una trentina di secondi.... sempre alla seconda!
Da lì in poi, nessun problema, anzi, la concentrazione è talmente buona che memorizzo sempre i tratti successivi; arrivo ancora in forza e meglio di quello che pensavo alla vigilia; venivo da un periodo di infortuni e febbre, mentre gli allenamenti sono ormai meno consistenti.
Approfittiamo della giornata per trascorrere il pomeriggio in zona: giretto in paese per ammirare i resti del castello nonchè la partenza di una manifestazione d'auto e moto d'epoca. Dopo la premiazione, partecipiamo alla rappresentazione della Falconeria di Locarno: davvero curioso osservare dei rapaci sorvolare il pubblico e giocare con i loro partner umani; nonostante il prezzo non fosse proprio scontato, preferisco gratificare dei ragazzi che si stanno dedicando a questa attività ludica.

16 commenti:

stefano ha detto...

... sono giustificato! Dopo la gara alla Capriasca del sabato pomeriggio, il mio corpo si è rifiutato di tornare in cartina, fosse anche per una park-O...
E dopo le 3 ore passate in strada per tornare alla Capriasca, sarei arrivato a Locarno solo grazie al teletrasporto

rusky ha detto...

Raccontala giusta.... niente corsa della domenica mattina?

stefano ha detto...

Certamente che c'è stata, sennò l'anno prossimo mi tocca fare l'accabì. Ma almeno mi sono alzato alle 8... prima era fisicamente impossibile!

rusky ha detto...

Non ci siamo alzati molto prima.... ma capisco che l'abilità persuasiva femminile sia migliore di una bella trasferta oltralpe! se poi scrivi anche i km si capisce che la fatica fisica è solo una scusa -)). Comunque ti ho tenuto alto l'onore....

vincenz ha detto...

Beati voi che siete andati al lago...

io ho preso un po' di legnate in faccia nel bosco di Borgo... bellissime comunque le zone attraversate e complimenti agli organizzatori... e poi alle 15:15 mi sono spezzato in una corsa su strada... altrimenti le campestri

Stefano... lo so che sei un milanese... ma cosa hai trovato sabato al ritorno?? Io in un'ora ero at home pronto per uscire...

stefano ha detto...

Io sono un milanese
a) della zona sud di Milano (quindi ogni volta mi becco le code per girare attorno alla metropoli: centri commerciali, fiere, analfabeti del volante in iro senza meta...)
b) senza bollino
(il bollino è sulla macchina solitamente usata per le trasferte, che sabato scorso era parcheggiata a Milano)

vincenz ha detto...

Il bollino... nemmeno io lo uso... tento la sorte... per i centri commerciali continuo a non capire come tutta la gente si rinchiuda per ore in quelle gabbie

zonori ha detto...

Se è per quello ho almeno una decina di colleghi che pensano che i matti siamo noi, ad andare a correre "nei campi" e "tra i rovi"

stefano ha detto...

Il commento di Zonori è perfettamente centrato sul pezzo che ho appena mandato, relativo alla gara di Capriasca, per eventuale pubblicazione sul sito Asti

rusky ha detto...

Il centro commerciale è il paradiso dei cittadini.... giochi per i piccoli, shopping per le mogli, curiosità varie per gli uomini.... aria condizionata d'estate, riscaldamento d'inverno, pranzo e cena a portata di mano e già pronta, nuove possibili conoscenze.... che cosa si vuole di più a questo mondo in un solo luogo?

vincenz ha detto...

Ci vado pure io... ogni tanto... ma negli orari più assurdi... per evitare le codeeeeee...

In effetti nemmeno noi siamo a posto nel buttarci in mezzo ai rovi, ma è più divertente...

Ora vado sul sito ASTI

stefano ha detto...

Ho detto "eventuale".
I ticinesi sono più seri degli italiani che lasciano la password del sito istituzionale ad un facocero della tastiera come il sottoscritto :-)
Comunque spero che il pezzo piacerà. Forse è un po' complicato da seguire, ma il senso dovrebbe capirsi...
Comunque, tra qualche giorno, lo metterò anche sul mio blog

ICCroce ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
vincenz ha detto...

Bello il pezzo... solo che essendo influenzato mi sono un po' perso con tutti quegli acronimi...

Ho ripreso dall'inizio la lettura del pezzo segnandomi tutte le sigle...

Ciao... domani sono in Scozia e danno sole... ma non ci credo

rusky ha detto...

Vergogna.... dovevi concorrere per il titolo Lombardo di staffetta, anzichè andare in Scozia-))

vincenz ha detto...

Spero che Davide-Mario e soprattutto le staffette giovani della 0188 vadano bene e si divertano... anzi se riuscite a mandarmi un sms coi loro risultati sarei contento...

Il mio destino è quello di non vincere titoli lombardi... nemmeno il prossimo anno... ma penso di avere nel "palmares" soddisfazioni più grandi l'ultima fortunatamente condivisa con te a Feldkirch...

Vi porterò a casa qualcosina da Edinburgo... intanto vi lascio un forum in fase di test e poi...