If you want to translate:

Translate Italian to English Translate Italian to German Translate Italian to French

martedì 15 luglio 2008

Velky Kosir - 1° tappa

Giornata di riposo per i big e prima fatica per noi visitors....
La mia partenza é prevista attorno a mezzogiorno e per fortuna che qualche temporale ha rinfrescato leggermente la temperatura; purtroppo rimane un´alta umiditá che disturba la concentrazione.
Nella mia categoria ci sono la maggior parte degli italiani: Dissette ( ma non é l´originale), D´Amico, Gatti.
Il ritrovo é in un paese sperduto tra le colline moldave: qui il paesaggio é molto simile: colline abbastanza dolci ricoperte da vegetazione mista fra pinete e latifoglie, intervallate da distese, di color giallo, composte da grano, frumento e piante simili al papavero che la mia ignoranza non mi ha ancora permesso d´identificare (forse Attilio mi sarebbe servito...).
Dispersi, in mezzo a questo paesaggio, ci sono decine di gruppi di case, chiamati paesi, il cui stato di modernizzazione lascia qualche perplessitá....
Dopo aver parcheggiato piuttosto distante dall´arrivo (mi sa che sará una costante), noto che il ritrovo pullula di carrozzine: contemporaneamente si disputa la gara di Trail-O; infatti noto Alessio T. che si aggira disperato per vedere qualcosa, ma per sua sfortuna la gara é talmente ben organizzata che nessuno viene lasciato avvicinare alla zona gara.
Tra il pubblico noto i volti trentini dei coniugi Vivian ed il gruppo romagnolo supporter ufficiale della nazionale.
Lentamente arriva l´ora delo start e percorrendo i 1300+100 per andare alla partenza noto che le gambe girano bene; dietro a me parte Giorgio che giá mi dice che ci vedremo all´arrivo...
Presa la carta, scala 15000 a cui non sono piu´abituato, vedo che la gara sará prevalentamente sopra una collina con discesa finale.
Il mio lancio é, come al solito, con la testa fra le nuvole: é troppa la voglia di correre che la mia carta diventa un optional; memorizzo sentiero, bordo bianco, strada a sinistra...
Tutto bene fino al primo capanno dove, inspiegabilmente, inizio a girare seguendo il recinto: sarei ancora messo bene, ma arrivato alla strada vado a sinistra! non solo: arrivato all´incrocio, cieco, raddrizzo la carta e seguo, verso nord, la strada parallela a quella memorizzata.
Finalmente, dopo un po´, inizio a capire che sarebbe meglio pensarci un attimo... ritorno sui miei passi ed arrivo alla lanterna con .... Giorgio!
Errore da quasi 3 minuti, tanto per iniziare! in realtá faccio una fatica enorme a stare sulla carta: questo terreno piatto e le tracce lasciate dal gruppo m´invogliano a correre senza pensare.
Alla terza lanterna, butto un´altra trentina di secondi perché cerco sul fianco della collina quando si legge chiaramente che la lanterna é in cima!
Nel tratto lungo decido di correre e basta: faccio tutto sentiero ed alla fine credo di aver fatto la scelta migliore, anche perché ho memorizzato la vegetazione per il successivo tratto 8-9.
Punti 5 e 6 ancora fatti male, qui rimpiango la mia borraccia, in quanto il sole mi rimbambisce parecchio.
Dopo il sesto controllo inizio a trovare ritmo e precisione migliore; anche il ristoro mi permette di ritornare alla temperatura ideale; l´ottavo controllo é il classico caso dove chi passa per primo perde sicuramente molto dall´ultimo: é una buca, in bosco bianco, piatto, con erba alta almeno un metro!
Ultimo errore alla 10: sinceramente sembra facile sulla carta, ma la realtá é un po´diversa... sempre l´erba alta a fare da barriera ed una scala che rende vicino cio´che sul terreno non lo é proprio.
Finale da correre, col passaggio accanto al campo gara del WTOC; carina la strisciata degli split, dove appare il distacco dal miglior tempo fino a quel momento registrato...
Vedendo i risultati finali, penso che il livello della mia categoria, sia quello master lombardo e quindi il mio obiettivo é fare almeno un podio in una delle 6 tappe: la classifica generale ancora non ho scoperto quando e come verrá pubblicata....
Appena scritto questo post mi tuffero´nei boschi, qui vicino, a seguire la qualificazione long; credo che i nostri atleti possano ben figurare, in quanto il bosco é abbastanza familiare. CLASSIFICA

Nessun commento: