If you want to translate:

Translate Italian to English Translate Italian to German Translate Italian to French

domenica 24 maggio 2009

Maranza - Villazzano

Fifteen days later I have to thank a new team from Trentino: Or. Pergine! In fact, after discovering Civezzano’s wood, now I have a new map in the same area: Maranza.
We were undecided whether to make the trip daily, then because of the hot temperature in Milan and the words "Championship Trentino Middle", we opted for this move.
Andrea Segatta had advanced on his blog, that the area had seemed interesting, seeing from above ....
Stegal had sent me an sms with the description of the race on Saturday: "more than 5% drop!"
In late morning we met the Gok group at the meeting point; before that, we covered the long and winding road that climbs up to Povo picnic area, from where walked for a couple of km. observing from a privileged position the Adige valley, where stands the capital of Trentino.
We have the time to see a frightened deer which flows along the steep slope along the road; there are two thoughts that run through my head: the first one is the reason why this street had been created (I think it was a problem only to think where it had to pass), the second one, more current, is about the drop I would have done during the race.
I didn’t image that, in the meantime, about fifty athletes have just climbed the trails around for a competition of mountain racewith finish at Maranza refuge.
Near the refuge, did it up and very nice, I find Stegal who parked the car in the VIP parking; the departure is not far and I envy those who manage to go along the ramp running ...
I meet Enrico, today he is the controller, who tells me about the beauty of the area, mainly because he ran with map 7500 scale instead of the 10.000 scale (both are scanned and displayed in my blog).
My opponents are the "usual" well known master from Trentino and therefore I have no illusions of classification; as I have already written, the sunny day makes the atmosphere warm despite the altitude is around 800 meters.
My start is 6’ behind Stegal and 2' after Andrea C.; someone take me around the port because I took the water bottle with me, but at the end of the race, will have change my mind!
It’s not easy to describe a such concentrated race like this; my fortune was to have the right mind and legs "heavy" (probably the weather produces this sense of heaviness that ultimately proves not to be very reliable).
I said fortunately, because I walked a lot and I made few mistakes: first indecision at point 4 where I missed the right junction with the risk of going down to control 10; at control 6 I reached Stegal and Ennio and with their help I found point 7: I was deceived by contour lines in the circle as I considered them equidistant instead of parallel..... This misunderstanding led me to search towards the side of the hill instead of in the saddle.
I think control 8 was the most hard: despite the aid of paths, I found myself at the head of a group that was looking for the control fifty meters to the south - west.
Going to point 9 I have a surprise: I meet Andrea Cipriani who took the wrong area of search ... exiting from the next point I have a moment of crisis: I think I turned the map. I stopped a moment to reflect while Andrea reaches me encouraging me to go forward.
I arrive at control 10 with him and Andrea Segatta; there, the company is dissolved and everyone makes its long choice.
Control 11 is another key point: my point of attack is perfect and at the control I meet again the athlete of Panda Club and Isma; a new goodbye to the two, faster than me, who run away.
I made good choices for my last three controls and during the final steep slope the "pandugo" (Andrea C.) catches up on me and he brings me on arrival.
I’m satisfied with the course of the race, the terrain and the area! I’m not interested in my final time, but only in good quality of my performance: about 45 'of concentration where it was very important not to lose contact with the map.
It’t not a coincidence that most of those who arrived at the finish line exclaimed "beautiful!”. Then they dwell upon the various problems encountered during the race.
Small remark for Carlo Rigoni who wins the absolute title of Trentino in front of Simion and Rasse ... here are the runners with whom we, simple masters of Sunday,must face !
The day continued among the various price giving cerimonies (mountain race and C.O.) and a typical dinner at the refuge.
In conclusion, for the third weekend in a row, I went back to savour those sensations that, in the past months, had disappeared perhaps because of competitions were not capable of coping with a situation.

A
quindici giorni di distanza devo ringraziare un nuovo team trentino: Or. Pergine! infatti, dopo aver scoperto Bosco di Civezzano, ora ho una nuova cartina in zona: Maranza.
Eravamo indecisi se fare il viaggio giornaliero in quel di Trento; poi, complice il caldo milanese e la dicitura "campionato trentino middle", abbiamo optato per questa trasferta.
Andrea Segatta aveva anticipato, sul suo blog, che la zona gli era sembrata interessante, vedendola dall'alto....
Stegal mi aveva mandato un sms con la descrizione della gara del sabato: "altro che 5% di dislivello!"
In tarda mattinata ci ritroviamo con parte del Gok al ritrovo; prima di ciò, abbiamo percorso la lunga e tortuosa stradina che sale da Povo fino all'area pic-nic, da dove c'incamminiamo per un paio di km. osservando da una posizione privilegiata la valle dell'Adige su cui sorge il capoluogo trentino.
Abbiamo il tempo di scorgere uno spaventato capriolo che si getta lungo il ripido pendio che costeggia la strada; due sono i pensieri che mi frullano in testa: il primo riguarda la motivazione per cui questa stradina fosse stata creata (solo a pensare dove farla passare dev'essere stato un problema), il secondo, più attuale, sul dislivello che mi sarei dovuto fare in gara.
Non immagino nemmeno che, nel frattempo, una cinquantina di atleti si sono appena arrampicati sui sentieri circostanti per una competizione di corsa in montagna che termina proprio al rifugio Maranza.
Nei pressi della baita, rimessa a nuovo e molto carina, trovo Stegal che ha parcheggiato l'auto nel parcheggio VIP; la partenza è poco distante ed invidio coloro che riescono a percorrere, quella rampa, di corsa...
Incrocio Enrico, oggi controllore, che mi anticipa la bellezza della zona, soprattutto perchè lui ha corso con la scala 7.500 anzichè il 10.000 (entrambe sono scansite e mostrate nel blog)
.
I miei avversari, sono i "soliti" noti master trentini e quindi non mi faccio illusioni di classifica; come già scritto, la giornata di sole rende il clima caldo nonostante l'altitudine sia attorno agli 800 metri.

Il mio start è posizionato 6' dopo Stegal e 2' dopo Andrea C.; qualcuno mi prende in giro perchè porto la borraccia ma, a fine gara, dovrà ricredersi!
Non è facile descrivere una gara intensa come quella odierna; la mia fortuna è stata quella di avere la testa a posto e le gambe "pesanti" (probabilmente il clima mi crea questo senso di pesantezza che alla fine si dimostra poco attendibile)
.
Dicevo fortuna, perchè ho camminato molto e sbagliato poco: prima indecisione per il punto 4 dove ho saltato il bivio giusto rischiando di scendere alla 10; alla sei ho raggiunto Stegal ed Ennio e con il loro aiuto ho trovato la sette:
sono stato ingannato dalle curve di livello nel cerchio poichè le reputavo equidistanti anzichè parallele... questo malinteso mi portava a cercare sul versante della collina anzichè nella sella.
La otto mi è sembrata la lanterna più tosta: nonostante l'aiuto dei sentieri, mi sono ritrovato alla testa di un gruppetto che cercava la lanterna ad una cinquantina di metri più a sud - ovest.
Andando alla 9
ho una sorpresa: incrocio Andrea Cipriani che ha sbagliato zona di ricerca... uscendo dal punto successivo ho un momento di crisi: credo di aver girato la cartina. Mi fermo un attimo a riflettere mentre Andrea mi raggiunge incitandomi ad andare avanti.
Con lui ed Andrea Segatta arrivo alla
10; lì, la compagnia si scioglie ed ognuno fa la sua scelta lunga.
Il punto 11 è un altro punto chiave: il mio punto d'attacco è perfetto ed alla lanterna ritrovo l'atleta del Panda ed Isma; ancora un nuovo arrivederci ai due, più veloci di me, che scappano via
.
Buone le mie scelte nelle ultime tre lanterne e durante la ripida discesa finale vengo agganciato nuovamente dal "pandugo" che a questo punto mi porta all'arrivo.
Sono soddisfattto del tracciato, del terreno, della zona! non m'importa del risultato cronometrico ma soltanto della bontà della prestazione: circa 45' di concentrazione dove è stato importantissimo non perdere il contatto con la carta.
Non
è un caso che la maggior parte di coloro che arrivavano al traguardo esclamavano "bella!", per poi soffermarsi sui vari problemi incontrati in gara.
Piccola annotazione per Carlo Rigoni che vince il titolo trentino assoluto davanti a Simion e Rass... ecco con chi dobbiamo confrontarci noi semplici master della domenica!
La giornata è continuata fra le varie premiazioni (corsa in montagna e c.o.) ed un pranzetto tipico alla baita
.
In conclusione, per il terzo week end di seguito, sono tornato ad assaporare quelle sensazioni che, nei mesi passati, erano sparite forse a causa di competizioni non all'altezza della situazione.

CLASSIFICA - SPLIT

11 commenti:

Captain No-One ha detto...

Senti "semplice master della domenica"... lascia questa categoria a quelli che arrivano dal settimo posto in poi (tranne l'ottavo)!

Andrea S. Trent-O ha detto...

Complimenti per la tua ottima gara.

rusky ha detto...

Grazie Andrea; quando ti ho raggiunto stavi "bestemmiando" contro la roccia della 9 ....

Captain: non mi chiamo nè Rigoni, nè Baccega ...

stegal ha detto...

Il tuo "captain", che per inciso sta lottando contro le sue stesse costole in questo momento, ti vuole informare: oltre ai Rigoni e Baccega (e Corradini, e Pin, e Pradel, e Sacchet, e Cipriani, e Anuchkin, ecc. ecc.) ci sono anche tutti quegli atleti che hanno avuto la forza di venire fuori DOPO i 35 anni.

Per quanti anni tu e Fritz avete corso in HB? Sai che io e Fritz eravamo fieri avversari e che una volta vincevo io e cinque volte vinceva lui?

Bene. Adesso non potete sottrarvi! Siete entrari in QUEL club. In quella ristretta cerchia di atleti che fanno da riferimento per gli altri.
Io guardo dal basso e mi accontento di incontrarvi sulla mia strada, segnandomi col gesso quando faccio una tratta meglio di voi.

O ti devo ricordare del tuo miglior tempo al mondiale, davanti ad un certo signor Mogensen?

rusky ha detto...

Non dirlo nemmeno per scherzo: Mogensen and company sono di un altro pianeta!
Io mi accontento di rimanere negli ex HB!

Andrea S. Trent-O ha detto...

Pensare che a metà gara eri avanti a me di un misero minutino.
Mahhhh, sono prorio un pirla...

rusky ha detto...

Ma forse voi non avete ancora capito che sono fisicamente fermo! Isma e Cipriani mi hanno lasciato per strada... la mia fortuna è che sbaglio poco!

stegal ha detto...

Sìssì... anche le giustificazioni cominciano ad essere quelle dei veri campioni... :-)
Che ne dici Andrea? Può dire una cosa del genere dopo aver annunciato il suo tempone sulla 8 km di Melegnano?

Andrea S. Trent-O ha detto...

Non sbagliare non è una fortuna, significa ESSERE BRAVI!
Sull'essere fermo fisicamente..beh avrei qualcosa da dire come suggerisce Stegal! Forse gli altri, in termini assoluti corrono di più, ma si sa che l'orientamento è corsa-contatto carta. Cme diceva una celebre pubblicità della Pirelli "La potenza è nulla senza controllo" Serve correre forte, ma nello stesso tempo bisgogna avere il "navigatore" bene in funzione.
Chi coniuga le due cose va forte, e tu da un po' di tempo vai forte e io mi sono sempre complimentato con sincera ammirazione con te per questo (ovviamente la di la del divertimento a prendersi un po' in giro...che non smetterò mai di fare!!)

rusky ha detto...

Mah, pensatela come volete.... i campioni sono altri! ai mondiali master, nella finale A sprint, mi sentivo davvero un pesce fuori dall'acqua.
A proposito: quelli buoni sono al TdR!

林依晨Amber ha detto...

cool!very creative!AV,無碼,a片免費看,自拍貼圖,伊莉,微風論壇,成人聊天室,成人電影,成人文學,成人貼圖區,成人網站,一葉情貼圖片區,色情漫畫,言情小說,情色論壇,臺灣情色網,色情影片,色情,成人影城,080視訊聊天室,a片,A漫,h漫,麗的色遊戲,同志色教館,AV女優,SEX,咆哮小老鼠,85cc免費影片,正妹牆,ut聊天室,豆豆聊天室,聊天室,情色小說,aio,成人,微風成人,做愛,成人貼圖,18成人,嘟嘟成人網,aio交友愛情館,情色文學,色情小說,色情網站,情色,A片下載,嘟嘟情人色網,成人影片,成人圖片,成人文章,成人小說,成人漫畫,視訊聊天室,性愛,成人圖片區,性愛自拍,美女寫真,自拍