If you want to translate:

Translate Italian to English Translate Italian to German Translate Italian to French

sabato 12 settembre 2009

Monte Moria

Campionati italiani long, quelli odierni tenutisi a Monte Moria (PC); in passato avevo già gareggiato in questa zona anche se la superficie era stata più limitata.
Molti amici sono rimasti sorpresi nel vedermi iscritto in ME: il motivo è abbastanza particolare e più avanti lo scriverò.
La valutazione della manifestazione è stata buona: seppur la zona sia molto isolata e priva di grosse strutture ricettive, molti hanno optato per le tende ed i camper; altri hanno preferito ritornare dalle parti di Piacenza per dormire in un comodo letto.
Il tempo è stato piacevole e la temperatura abbastanza ideale per lo sforzo fisico; il bosco è un misto di piante latifoglie che permettono un'ottima corsa e zone di arbusti insidiosi e spinosi. La pendenza è abbastanza contenuta e solo una parte presenta i classici valloni da evitare; il lato ovest presenta la morfologia e la vegetazione peggiore mentre il resto della carta è il classico bosco appenninico.
Il tracciato ME è stato abbastanza impegnativo, soprattutto nella prima parte, poi diventava più lineare e semplice; un solo tratto lungo e confrontando il tracciato con le long norvegesi (in internet) si notano le differenze sul modo di disegnare: i percorsi personalmente prediligo molte lanterne ma per convenzione, nelle gare long, ci dovrebbero essere maggiori scelte lunghe.
La carta al 15mila non era di facile lettura: i continui movimenti del terreno e l'alternarsi dei colori hanno reso il foglio davvero pieno di dettagli.
Analizzando le varie tratte credo che la lanterna n.87 fosse davvero tosta: o si trovava subito, altrimenti si potevano perdere minuti; non male il tratto lungo, dove c'erano 3 opzioni diverse per raggiungere il punto.
La sequenza 4-14 era una sorta di middle, dove contava molto rimanere collegati con la carta; dopo il ristoro ancora 5 punti abbastanza vicini, per poi affrontare due tratte di spostamento (magari la 19 non era necessaria...); da lì, la risalita al punto spettacolo ed un loop finale che non aggiungeva molto tecnicamente ma solo parecchio dislivello.
La mia gara è stata abbastanza buona: un errore grosso (5') al terzo punto, una decina di minuti buttati in quello successivo ,cioè la scelta lunga, che è stata fatta sul sicuro ma ho sbagliato malamente l'attacco dall'alto (non è una novità).
Per il resto ho corso col mio ritmo da 8'/kmsf., cercando di gestire le forze fisiche e mentali in modo da evitare figuracce davanti ai veri elitè che ogni tanto mi superavano; il mio obiettivo era di rimanere nelle 2 ore e 30' (purtroppo leggermente fallito) e di non concludere la gara dopo l'arrivo di Klaus: qui mi sono salvato in quanto ho visto arrivare gli ultimi 5 partiti....
Se non fosse per il mal di piedi (le scarpe "la sportiva" vanno bene a Michele mentre io non sono cenerentola!) direi che sono pienamente soddisfatto.
In generale, ho sentito qualche critica sul fatto che si partisse in discesa e nella zona più tecnica: Giandomenico ha spiegato che esistevano difficoltà nel reperire un'alternativa al triangolo piazzato in quel posto.
RESULTS

11 commenti:

Andrea S. Trent-O ha detto...

Ciao. Chi ha vinto la staffetta M35? Ho guardato velocemente le squadre iscritte e mi pare che si sia persa una bella occasione almeno per il podio. Ma perchè tu non hai partecipato? Scommetto che c'è una delle tue celebri "scelte filosofiche" alla base.
Complimenti per aver partecipato alla gara ELITE.

Rusky ha detto...

Ora ci sono le classifiche on line... nessuna grossa sorpresa! Parma - Genova - Vicenza
Grande Trent-O in ME!
Domenica non c'ero causa lavoro mio e Mary (GP Monza); la scelta filosofica c'era nell'individuale poi farò un post ad hoc!

krautrock ha detto...

Ciao Andrea! Secondo me avete perso un'ottima occasione per vincere, anche se era molto facile sbagliare e perdere vari minuti; ho visto la cartina della M21 e mi è sembrata più scorrevole

Andrea S. Trent-O ha detto...

Aspetto con impazienza il "post ad Hoc"

rusky ha detto...

E' un pò lungo da scrivere perchè è come un testamento..-))

Andrea S. Trent-O ha detto...

Ma che .. gulp...oh.. cavolo testamento!?!?!?

rusky ha detto...

Diciamo che sabato è stato il mio "canto del cigno..-)"

Martin Dean ha detto...

Hi Marco,
That looks like a tough course, but also looks like it was good fun too!
Hope you and Mary are both well.
Martin

Andrea S. Trent-O ha detto...

Sono preoccupato...

Andrea S. Trent-O ha detto...

Arriva questo post?!?!

rusky ha detto...

Sono appena tornato dal Friuli e domani andiamo in Finlandia per una setimana.... quando avrò mai tempo? forse in una delle lunghe notti nordiche...