If you want to translate:

Translate Italian to English Translate Italian to German Translate Italian to French

sabato 30 gennaio 2010

Salzano (VE)

Prima gara del 2010 riguardante il trailO; la sede della sfida è il parco di Salzano (VE). La voce "parco", già mi faceva supporre la solita carta gialla con macchie bianche e qualche rilievo disperso sul terreno. La partenza da Milano di buon'ora ed arrivo in zona gara verso le 11; la neve caduta appena qualche ora prima rendeva monocromatico il paesaggio ed aveva messo a rischio l'evento. Il tempo di fare un giretto per il paese che alle 13 ci si ritrova tutti presso il campo sportivo adiacente il parco; la vista esterna del campo gara inizia a far capire che non sarà proprio una passeggiata. Non voglio scrivere la cronaca della mia gara, punto per punto, ma soffermarmi su alcune cose che mi hanno colpito. Innanzitutto, non faccio parte di coloro che se la prendono con il terreno, tracciatore, disegno della carta, ecc... Questo non vuol dire che anch'io abbia qualcosa da segnalare (cosa che farò in seguito) ma ho deciso di concentrarmi solo sui miei errori e capire perchè ho sbagliato. In generale, se Alessio T. ha fatto 3 errori significa che lui ha capito bene la maggior parte dei punti e quindi è colpa mia se non sono riuscito ad eguagliarlo! scritto ciò, vado ad analizzare il tracciato dal mio punto di vista: il primo blocco è composto da 5 punti a tempo. Devo ammettere che sono stati buoni, in quanto non subito intuitivi ma comunque non impossibili; il mio unico dubbio rimane sul 4° punto, in quanto la descrizione "tra albero e limite vegetazione" non mi sembra coerente con le linee guida IOF/FISO. Se non erro, il punto intermedio fra 2 oggetti è quello a metà strada tra le parti più vicine dei due punti; in questo caso, il limite di vegetazione si estendeva in senso longitudinale e diventava impossibile capire l'allineamento ed il punto da dove iniziare a stimare la distanza. Personalmente, mi sono basato, sbagliando, solo su cerchio sperando di aver scelto esattamente.... in questo caso, è molto più logica la domanda del 5° punto! I primi due punti di gara classica mi sono stati fatali per un motivo molto semplice: non riuscivo a capire dove fosse esattamente il centro del cerchio! purtroppo, ho notato sulla carta solo i francobolli che partivano dal punto 7. Infatti, sia sulla sella che fra il gruppo di alberi erano state posate molte lanterne molto ravvicinate; non capendo esattamente gli allineamenti ho completamente sbagliato risposte. Il punto 3, lo rifacessi 100 volte lo sbaglierei sempre! la risposta più ovvia sarebbe stata Z .... tutte e tre le lanterne erano posate non sulla parte alta dell'avvalamento (con singola riga! attenzione...) ma molto prossime al cambio della pendenza. Nonostante abbia parlato con Guido M., prima dello start, della questione nasi/avvallamenti con singola curva di livello ancora non ho trovato uniformità di giudizio! I punti 4 e 5 erano molto particolari in quanto necessitavano dell'abilità di osservazione a lunga distanza; il mio errore alla 5 mi ha lasciato perplesso ma potrebbe essere che, qui, sono stato deficitario nel giudizio. Il punto 6, credo non abbia giustificazioni: non dico che fosse posato male (il termine di un sentiero non si può sbagliare!) ma che bisogna dare la possibilità, ai partecipanti, di poter giudicare onestamente.... qui, di elementi da poter utilizzare nella scelta, non ne ho notati. Il punto 7, presentava due lanterne davvero vicine e sulla carta non ho saputo capire quali elementi potessero farmi escludere quella sbagliata; ad onor del vero, qui avrei sbagliato comunque in quanto non avevo notato la lanterna A posta sul punto 8 .... Il punto 10 ha fatto molte vittime: io mi sono salvato perchè avevo osservato la zona dal punto 3 e quindi, al momento della scelta non mi tornavano le posizioni che avevo memorizzato in precedenza! Qualcuno ha avuto problemi alla 12 ma, la curva ausiliaria aiutava molto nella scelta. Il blocco 13-14 ha richiesto molta pazienza e studio: il sentiero sul crinale era invisibile (causa neve) e la lanterna alta (13) ingannava molto la vista facendo presupporre fosse esatta. Qui ho sbagliato la 13, mentre la 14 l'ho scelta giusta ma punzonata errata (ormai ho capito che in questo sport l'attenzione maggiore va rivolta verso il proprio punzone!). I punti 15 e 16 erano di tutt'altro genere: terreno di nuovo piatto, pulito, con altre problematiche... personalmente mi sono trovato bene ma so che molti hanno sbagliato ad individuare la collinetta del numero 16. Della 17, non so cosa dire in quanto l'ho sparata (50% di probabilità) dopo una rapida occhiata... tanto rapida che sono arrivato con 10" di vantaggio dallo scadere del tempo e senza avere il cronometro in funzione! (punto guadagnato). Dopo questo giro virtuale sul percorso, posso dire che il mio bilancio sia davvero mediocre: è vero che ho due punzonature errate (la 8 risulta F ma sulla mia ricevuta è A, e la 14) ma ho guadagnato un punto (la 17) e mi sono salvato sul tempo senza saperlo. Non è questo che m'importa: mi preoccupano maggiormente gli errori iniziali (dopo 8 lanterne avevo una sola risposta esatta) e soprattutto la difficoltà di capire il terreno dov'è mosso ed il bosco sporco. Forse, è proprio con questo tipo di gare che riuscirò a migliorare poichè, non è la classifica che m'interessa, ma la voglia di migliorare su quei pochi terreni "nordici" che abbiamo cartografati per il trailO.
Vi invito ad andare su trailo.it per quanto riguarda risultati, cartina e foto.

4 commenti:

stegal ha detto...

Ciao Rusky, non ho ancora potuto vedere la cartina sul sito (che spero sia seguito da molti appassionati). Interessante il fatto che Alessio abbia vinto con 3 errori, ancora più interessante però il grande distacco (altri 3 punti) sul resto del gruppo. Ogni volta sarebbe veramente interessante poter "scaricare" il disco fisso delle varie memorie e metterli a confronto. Se riesci a farti dare per il sito un commento di Alessio, secondo me abbiamo tutti da imparare.

rusky ha detto...

Potresti pensarci tu....

rusky ha detto...

Alessio ti ha letto nel pensiero: ha messo le sue scelte punto per punto. Poi farò un copia-incolla da mettere sul sito.

stegal ha detto...

Per fortuna Alessio NON mi legge nel pensiero quando va nel bosco a fare la C.O., altrimenti non tornerebbe mai a casa in tempo per la cena... :-)