If you want to translate:

Translate Italian to English Translate Italian to German Translate Italian to French

domenica 28 marzo 2010

Tor 3 Teste - Roma

Week end romano quello odierno: inizialmente avevo programmato solo la gara trailO poi, visto che Stegal faceva lo speaker, ho prolungato la trasferta anche per il trofeo centri storici nazionali.
Prima volta senza Mary al seguito ma sostituita da uno Stefano tuttofare; partiamo da Milano verso le 8 ed arriviamo verso le 13 al ritrovo dopo aver navigato con Eurostar, tram, autobus con cartina al seguito; qualcosa da raccontare sui mezzi romani ci sarebbe ma potrei diventare un antipatico e quindi salterò direttamente a Tor tre teste!
Al nostro arrivo incrociamo coloro che hanno fatto la sprint del mattino: troviamo Alessio piuttosto alterato a causa di un intoppo di gara. Vedremo se inciderà sul suo rendimento pomeridiano; dall'aeroporto arriva anche Marina ma, quello che mi sorprende è notare la griglia di partenza degli Open A più lunga di quella Elitè!
Per la prima volta, quest'anno, la giornata è soleggiata e solo una leggera brezza ricorda che non siamo ancora in estate. Essendo il tracciatore Remo ed il terreno molto aperto e schematico capisco che potrebbe essere la volta buona per una gara decente.
L'inizio, con i quattro punti a tempo, è finalmente buono: capisco subito, e bene, le varie lanterne disposte sul terreno dando risposte sensate.
Questo start mi caricava mentalmente in quanto nelle prime gare avevo sempre sbagliato almeno 2-3 risposte; sarà stato un caso, ma con il sole mi trovo meglio!
Il tracciato vero e proprio si snoda con un andata e ritorno in un parco urbano; la tipologia dei problemi maggiormente utilizzata è quella degli allineamenti fra oggetti: il cartografo ha cercato di collocare tutte le palme al posto giusto per evitare gli eventuali errori commessi da chi avrebbe utilizzato questa tecnica.
Senza soffermarmi sui vari punti, devo dire che mi sono divertito e soprattutto sono arrivato al traguardo conscio di aver risposto con logica, magari sbagliata, ma comunque frutto di un ragionamento.
Qualche intoppo non è mancato: supporti dei punti di vista caduti o divelti dai bambini, qualche open che ha invaso le zone vietate, Stegal che rompe il punzone.... alla fine è uscita la classifica perfetta: il vincitore con il punteggio pieno e dietro una fila indiana non troppo a ridosso dei punti - podio. Oltre ad un paio di nomi svedesi, la vera sorpresa è stata la prestazione di Emiliano Corona alla sua prima gara!
Chiusa la parentesi pomeridiana, io e Stefano andiamo ad un vicino B&B; prima di andare a letto devo fare una sprint notturna per andare a recuperare il cellulare lasciato in pizzeria!
Dopo aver dormito un'ora in meno, oggi, ci rechiamo a Villa Borghese per il ritrovo della gara; giornata ancora calda e quindi abbigliamento stagionale nuovo visto che, fino ad ora, i pantaloni lunghi l'avevano sempre spuntata (c'è chi corre anche in mutande senza saperlo...).
Per andare alla partenza si deve percorrere un lungo sottopassaggio (piazza di Spagna) dove la gente guarda incuriosita gli atleti più o meno prestanti; in questo tratto si comincia ad avere la sensazione che il fattore "turisti" potrebbe essere una variante non quantificabile.
Personalmente opto per la M35 in quanto non ho voglia di fare due gare sprint ma solo un allenamento medio - lungo; il tracciato si snoda per due terzi nel centro e l'ultima parte all'interno dei giardini.
Nonostante il tracciatore abbia provato a vivacizzare la gara con due farfalle non poteva fare miracoli visto che le strade dell'Urbe non sono certo un labirinto; interessante l'ultima parte anche se le lanterne erano troppo poche per diventare decisive.
Dopo la sgambata mattutina, mi aggrego a Stegal per gestire la finale degli elitè: gara bella ed intensa con vittoria di Tenani su Corona, Nisi, Salvioni ed un norvegese classe 1962 che scopriremo, con Stegal ed internet, essere un fior di orientista!
Il ritorno col treno è un divertimento a causa di una bionda.... (vedi il blog di Stefano!).

3 commenti:

stegal ha detto...

Bella la foto... del podio!
Peccato non aver fatto quella al podio della M35, che secondo me anche lì c'erano dei nomi da Wikipedia!

stegal ha detto...

Ma non c'era anche la foto del tipo che ha corso il Meeting in mutande? (non è uno sport per signorine...)

Rusky ha detto...

Ho anche la M35 .... ma ho preferito la foto del quarantottenne!